“Trovo che sia assolutamente importante che lo Stato rientri nella siderurgia di questo Paese, i grandi impianti siderurgici sono nati tutti attraverso le partecipazioni statali”. Così la segretaria della Fiom Cgil, Francesca Re David, sull’intesa tra Invitalia e ArcelorMittal. “Stiamo discutendo di un piano ambientale e industriale di cui conosciamo solo i titoli perché il sindacato è stato totalmente lasciato fuori. Abbiamo firmato un accordo che prevedeva tutti dentro a fine piano nel 2023, questo piano arriva al 2025. Il governo ci convochi il prima possibile”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pesaro, finisce le ferie per assistere il figlio: i colleghi gli donano le proprie. “Hanno risposto in più di 60”

next
Articolo Successivo

“Possibile blocco dei voli il 17 dicembre”: sciopero nazionale di 4 ore dei dirigenti Enac

next