Polemica accesa durante “Otto e mezzo” (La7) tra la conduttrice della trasmissione, Lilli Gruber, e la capogruppo di Italia Viva alla Camera, Maria Elena Boschi, sulla tensione nella maggioranza di governo, creatasi a seguito della protesta del partito di Renzi contro il piano di Conte sulla gestione dei soldi del Recovery Fund.
Gruber chiede alla deputata se Italia Viva è davvero pronta a far cadere il governo nel pieno della seconda ondata della pandemia. “Ci auguriamo di no”, risponde Boschi, che ieri al Corriere della Sera ha aggiunto il suo timore che la crisi dell’esecutivo fosse alle porte. Poi elenca le ragioni del suo partito, ripetendo fedelmente le dichiarazioni di Renzi, come l’accusa a Conte di aver “sostituito il Parlamento con le dirette facebook e i servizi segreti con una fondazione privata”.

Gruber interviene, ricordandole che Italia Viva ha voluto questo governo con Conte e chiedendole come mai tutte le loro contrarietà emergano solo adesso. “Mi sa che si è persa qualche puntata precedente – commenta la parlamentare – Le assicuro che sono mesi che diciamo queste cose, io per prima. Non siamo disponibili a dare i pieni poteri a Conte. Si dice che non si disturba il conducente. Sì, ma se il conducente sta mandando a far sbattere l’autobus, anche i passeggeri forse possono alzare la mano e dire: ‘Attenzione, dove stiamo andando?’”.
Poi esprime le critiche alla task force di esperti a cui Conte sta pensando di affidare la gestione del Recovery plan: “La norma dice per la prima volta che 6 commissari scelti addirittura nelle partecipate pubbliche dal presidente del Consiglio possono sostituirsi ai ministri. Questo non è mai successo”.

“Ma non è vero – ribatte Gruber – Conte non ha mai detto questo. Ha detto e ripetuto che la proposta sarà al vaglio del Parlamento e che non ci saranno pieni poteri”.
“Posso smentirla – replica la deputata – perché ho letto la norma e ho fatto l’avvocato prima di questa esperienza parlamentare”.
“Quindi Conte è un bugiardo”, commenta la conduttrice.
“Non dice la verità sulla norma – risponde Boschi – Non è un problema di poltrone, noi siamo disponibili anche a lasciare le sole 3 poltrone che abbiamo attualmente al governo. Per noi il problema è dato dai 6 commissari”.

“Cioè volete scegliere uno anche voi? O non vanno bene i commissari?”, chiede Gruber.
“Mi lasci per favore il tempo di rispondere”, lamenta Boschi.
La giornalista ribatte: “Sì, però non ci dica, per favore, che non è una questione di avere qualcosa da dire soprattutto su un progetto così importante con tanti soldi in ballo”.
“No, a noi interessa come vanno spesi – risponde Boschi – non ci interessa scegliere i 6 commissari”.
Però il sospetto è legittimo”, osserva Gruber.

Lo scontro si replica quando Boschi menziona la sua riforma e il referendum costituzionale del 2016. Gruber rammenta: “Però l’avete perso. Avete perso le elezioni, avete perso il referendum, avete detto che vi sarete dimessi e siete ancora qui”.
Boschi rivendica la trasparenza dell’operato passato e presente del suo partito e ribadisce: “A noi interessa come vengono spesi i 209 miliardi”.
“Sì, però stiamo discutendo di una possibile crisi di governo provocata da voi – controbatte Gruber – Non stiamo discutendo di come devono essere spesi i soldi del Recovery Fund”.
“E invece dovremmo discutere anche di questo – insiste la deputata – Lo faccio volentieri anche con lei, come facciamo nelle riunioni della maggioranza”.
“No – ribatte la conduttrice – Devo discutere con lei se è vero o no che volete far cadere questo governo”.
“No – risponde la deputata – Lei stasera è partita chiedendomelo e io le ho detto che spero di no”.
“Non dovevo chiederlo? – chiede Gruber – Avete alzato tanto la posta. Non è una mia fantasia”.
Poi la giornalista si rivolge ai telespettatori: “Non è che noi ci siamo svegliati stamattina e improvvisamente abbiamo detto: ‘Sai di cosa parliamo stasera con l’onorevole Boschi? Di come vengono spesi i soldi del Recovery Fund e non parliamo della crisi di governo che Italia Viva sta minacciando’. No, lo spiego, perché altrimenti sembriamo un po’ bizzarri”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tensione in diretta tra Boschi Gruber, la giornalista mostra le foto con Berruti senza mascherina: ‘Dia l’esempio’. ‘Parliamo d’altro’

next
Articolo Successivo

Dino Giarrusso ricorda Paolo Rossi e scoppia in un pianto a dirotto su La7: “Scusate”

next