“Ho 26 anni e sono un volontario della Croce Rossa di Roma da 5 anni. Mi sono occupato di tante problematiche della città e ho partecipato alla missione del sisma di Amatrice”, chi parla è Mirko Simei, rappresentante dei giovani Croce Rossa Roma. “Vedere i luoghi del terremoto e trovarsi nella prima emergenza è stata un’esperienza forte, alcuni servizi erano veramente duri. Ho fatto gestione della mensa e il trasporto delle salme, sembrava uno scenario di guerra“, ricorda. Durante l’emergenza sanitaria invece “ho collaborato con i volontari temporanei, abbiamo fatto raccolte alimentari e assistenza ai senza fissa dimora continuando le attività ordinarie nonostante la situazione straordinaria”, racconta gli ultimi mesi. “I ragazzi sono gli adulti di domani, fare volontariato arricchisce e forma” spiega in occasione della giornata mondiale del volontariato, un “risorsa importante, spesso sottovalutata

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Supporto psicologico, consulenze e orientamento: nasce il Centro Famiglie+ che aiuta (gratis) chi ha figli con grave disabilità

next
Articolo Successivo

Premio Valeria Solesin a tredici tesi di laurea sul “talento femminile”: così portano avanti gli studi della ricercatrice

next