“Io ero il Capitano, Diego non ancora, era il suo primo anno a Napoli. Io mi misi a intimorirlo, e lui mi mise le mani in faccia…”. Così Enrico Nicolini, allenatore ed ex controcampista racconta a Primocanale il primo rosso di Diego Maradona preso in Italia proprio contro di lui. Con simpatia Nicolini ripercorre quella partita, intervistato dopo la morte del Pibe de Oro, avvenuta nel pomeriggio del 25 novembre a Buenos Aires.

Era il novembre del 1984, Ascoli-Napoli finì 1-1. Sarà ricordata, appunto, per la prima espulsione di Diego Armando Maradona in Italia. Il capitano dei marchigiani è Nicolini, genovese doc e cuore blucerchiato, protagonista di una brillante carriera in serie A con diverse maglie.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maradona, il post di Gianni Minà: “E ora silenzio. Il suo prezzo al mondo del pallone lo ha pagato da tempo. Non come Platini”

next
Articolo Successivo

Maradona, morto il 25 novembre come il suo “secondo padre” Fidel Castro e l’altro ribelle George Best

next