L’amministratore delegato di Mondadori, Ernesto Mauri, ha annunciato che lascerà l’incarico nelle prossima primavera, alla fine del suo mandato. Al suo posto subentrerà Antonio Porro, attuale amministratore delegato di Mondadori Libri. Il Consiglio di Amministrazione di Mondadori “ha preso atto con rammarico della decisione di Ernesto Mauri di concludere la propria esperienza quale Amministratore delegato del Gruppo portando a termine il proprio mandato con la scadenza naturale degli organi societari e l’approvazione del bilancio d’esercizio, previsti per l’aprile 2021”, si legge nella nota del gruppo editoriale sui conti del terzo trimestre dell’anno. Mauri “ha motivato tale decisione spiegando al Consiglio – spiega il comunicato – di ritenere di aver portato a compimento un decisivo percorso di rilancio e riposizionamento strategico, caratterizzato da risanamento finanziario e solidi risultati economici, ponendo le basi da cui il management attuale – in totale continuità – potrà proiettare il Gruppo Mondadori in una nuova fase di sviluppo”.

Oggi il gruppo editoriale ha diffuso i dati del terzo trimestre 2020 che si è chiuso con utili per 43 milioni, in forte crescita (+72%) rispetto ai 25 milioni dello stesso periodo del 2019. I ricavi sono pari a 253 milioni, in flessione rispetto a 279 milioni di euro del terzo trimestre 2019 ma “in forte recupero rispetto al primo semestre 2020”. Mondadori ha quindi migliorato le stime per l’intero anno, con un Ebitda margin ‘adjusted’previsto al 12% e una posizione finanziaria netta “in sensibile miglioramento rispetto al precedente esercizio”.

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Il Fatto Personale

di Antonio Padellaro 12€ Acquista
Articolo Precedente

Fondi strutturali, Corte dei Conti Ue: “Nel 2019 Italia penultima per utilizzo delle risorse a disposizione: 30,7% contro una media del 40%”

next
Articolo Successivo

Decreti Ristori, giungla di sospensioni fiscali tra codici Ateco e zone. Il rinvio degli acconti consentirà a chi è in crisi di pagare meno

next