Manifestazione flop per i gilet arancioni e Forza Nuova che si sono dati appuntamento in piazza Bocca della Verità a Roma raccogliendo pochissime presenze. Sotto il palco allestito per l’occasione solo una cinquantina di manifestanti muniti di mascherine arancioni e bandiere dell’Italia. “Siamo contro la dittatura sanitaria”, spiega un sostenitore di Pappalardo. Il generale ha stipulato un accordo con il movimento di estrema destra ma assicura “con noi non saranno violenti”. Non la pensa esattamente allo stesso modo Giuliano Castellino, leader di Forza Nuova che annuncia un cambio di passo senza però rinunciare ad azioni di forza: “Ci ha attaccato la polizia, noi ci siamo solo difesi”. Poi in romano l’ammissione: “Aho, non so’ certo gandhiano”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte: “In malafede chi ci accusa di agire per discriminazioni politiche. Non c’è margine di discrezionalità nell’ordinanza sulle fasce”

next
Articolo Successivo

Il fronte anti-Zaia in Veneto parte già diviso: tra polemiche interne alle liste, pochi seggi e i debiti elettorali dell’ex sfidante Lorenzoni

next