Antonella Elia vs Alba Parietti. La prima opinionista al Grande Fratello Vip, la seconda mamma di uno dei concorrenti, Francesco Oppini. Tutto parte dalla parola “viscido”, usata dalla Elia per descrivere Oppini. Che non ci sta: “Io non accetto in nessun modo che mi si dia del viscido… Io non ti conosco e ti porto rispetto. Se hai precedenti con qualcuno della mia famiglia sono fatti vostri, non miei”. Quel “qualcuno della mia famiglia” al quale fa riferimento Oppini sarà forse la mamma Alba? Ebbene sì. E nonostante i tentativi di Antonella di spiegare che “viscido” era stato usato per indicare come Francesco sia, secondo lei, uno di cui non ci si può fidare, la Parietti non l’ha presa bene. “Alba io ti capisco, tu sei la gallina madre e hai le penne arruffate!“, il commento della Elia. “Meglio essere una gallina madre oggi che un’Antonella Elia un domani“, la risposta immediata di Alba, su Instagram. E moltissimi i commenti: “Hai fatto bene a difendere tuo figlio… Ma ammetti che è uno stratega e calcolatore… Con Tommaso è stato pessimo, ha ragione Antonella“, “Non capisco perché bisogna offendere Antonella Elia dicendo che è meglio non essere un Antonella Elia domani, quando dire ‘gallina madre’ è come una traduzione di mamma chioccia che solitamente si dice parlando di una madre protettiva nei confronti del figlio… non ci siamo non ci siamo quando si vuole difendere l’indifendibile“, “Ora chiuditi in un sano silenzio e lascia Francesco fare il suo percorso, nel bene e nel male“, sono alcuni dei tantissimi pensieri dei follower.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Chi non indossa la mascherina può presentare tratti antisociali di personalità”: lo studio pubblicato dall’Independent

next
Articolo Successivo

Elisabetta Franchi: “In pieno lockdown sul mio e-commerce compravano abiti da sera, non t-shirt. Mi sono chiesta più volte: ma dove li mettono?”

next