“Saremo pronti a intevenire nuovamente se necessario“. Lo assicura il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, illustrando l’ultimo dpcm in un’informativa alla Camera dei Deputati. “Siamo ancora dentro la pandemia – ha affermato – e il costante aumento dei contagi ci impone di tenere l’attenzione altissima: stavolta però, forti dell’esperienza della scorsa primavera, dovremo adoperarci, rimanendo vigili e prudenti. In questi ultimi giorni vi sono alcune Regioni che hanno promosso la procedura per pervenire a misure più restrittive rispetto a quelle contenute nel dpcm. Al momento si è concluso l’iter per la Regione Lombardia, si sta concludendo quello per la Campania, c’è stato anche il Lazio: non sto qui a indicarle tutte, ma molte Regioni si sono già attivate per introdurre queste misure più restrittive“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’allarme del sindaco di Gravina in Puglia: “Qui boom di contagi, in un giorno abbiamo avuto stessi numeri della prima ondata”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Delrio a Conte: “Non voglio parlare del Mes, ma di un piano per la sanità. Presidente, non dimentichi la rabbia del Paese”

next