Nuovi vincoli a bar, pub, ristoranti e locali, oltre al divieto di fare sport come calcetto e basket tra amici. I giovani sono i più colpiti dalla stretta anti-contagio del governo, eppure tra gli under 35 il consenso alle nuove misure restrittive tocca il picco massimo: sono favorevoli l’80% delle persone tra 18 e 34 anni. Il dato emerge dal sondaggio Emg Acqua/Adnkronos, secondo il quali gli italiani promuovono a larga maggioranza il Dpcm del premier Giuseppe Conte: ben sette su dieci (73%) approvano le norme per contrastare la diffusione della pandemia in un momento in cui la curva dei nuovi positivi continua a crescere. Inoltre, a mettere il placet sul decreto firmato da Conte le donne sono più numerose degli uomini e il provvedimento piace in particolare di più nelle Isole con un gradimento dell’82%.

“Il governo ha dato il via libera al nuovo Dpcm con ulteriori misure di contenimento del contagio e regole più stringenti sul divertimento e la movida. Bar e ristoranti chiusi alle 24 e stop al consumo in piedi dopo le 21, divieto di feste al chiuso e all’aperto e per quanto riguarda le abitazioni private è ‘fortemente raccomandato’ di evitare feste e di ricevere in casa un numero di persone non conviventi superiore a sei. Lei è favorevole o contrario alle nuove regole introdotte?”, questa la domanda sottoposta al campione. Il 73% si dice favorevole, il 24% contrario e il 3% non risponde.

All’interno del gruppo dei favorevoli, le donne rappresentano il 76% e gli uomini il 68% e le fasce di età sono così distribuite: favorevoli alle misure sono l’80% delle persone tra 18 e 34 anni, 63% nella fascia 35-54 anni, 78% nella fascia dai 55 anni in su. Il massimo del consenso per le norme contenute nel Dpcm si colloca nelle Isole, con l’82% della popolazione favorevole. Segue il Nord-est con il 76%, il Centro con il 71%, il Nord-ovest con il 70% e il Sud con il 69%. Il sondaggio è stato condotto il 13 ottobre, il giorno in cui è stato firmato il governo ha approvato il decreto.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Mancano 10mila carabinieri e quelli che ci sono hanno un’età media alta”: l’audizione in Parlamento del comandante generale Nistri

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Rezza (Iss): “Rt significativamente superiore a 1, evitare aggregazioni ed eventi sia pubblici che privati”

next