È uscito di casa per andare al lavoro, come ogni giorno. O almeno, così pensava la moglie che non si deve essere fatta tante domande fino a quando i vicini di casa non hanno bussato alla sua porta per dirle che il marito in realtà era andato a sposarsi, di nuovo. Siamo in Zambia, a Chainda, un distretto della capitale Lusaka. La donna, Carolina Mubita, ha fatto irruzione in chiesa con i figli e si è precipitata all’altare reclamando suo marito. L’uomo Abraham Muyunda, la testa coperta tra le mani, è rimasto pietrificato: ora, visto che in Zambia il diritto moderno ha messo fuori legge la bigamia, rischia fino a 7 anni di carcere. E la “sposa numero due”? Pare sapesse tutto ma fosse felice di fare la “seconda”. In contemporanea.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bambino di 2 anni salta sul divano e si impiglia nella corda della tenda: la madre lo trova senza vita

next
Articolo Successivo

Paura in autostrada: rimorchio si stacca da un furgone e prosegue la sua corsa. Ecco come va a finire

next