E’ morto a 81 anni Gianfranco De Laurentiis, volto storico del giornalismo sportivo della Rai, dove ha lavorato per trent’anni a partire dal 1972. Aveva condotto tra le altre cose Domenica Sprint (per 9 anni, fino al 1996) in alcune edizioni con Antonella Clerici, la Domenica Sportiva e soprattutto Dribbling, lo storico rotocalco del sabato. Molto legato alle trasmissioni di Formula1, era stato direttore della Tgs, la Testata giornalistica sportiva della Rai per un anno, dal 1993 al 1994. Ad annunciare la morte di De Laurentiis è stato Alessandro Antinelli, cronista sportivo della Rai: “Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis – ha scritto su twitter – Ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mancherai Gianfranco”. Sempre su Twitter Riccardo Cucchi – storica voce di Tutto il calcio minuto per minuto – lo descrive così: Un signore del microfono. Un giornalista del servizio pubblico capace di una narrazione puntuale, onesta, sobria, elegante. Un modello, un maestro. Un giornalismo che mi manca. Da collega e da telespettatore”. A ricordare De Laurentiis anche il vicedirettore di RaiSport Enrico Varriale: “La scomparsa di Gianfranco De Laurentiis addolora quanti lo hanno conosciuto apprezzandone la grande professionalità e signorilità. È stato il mio primo direttore a RaiSport che allora si chiamava Tgs”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili