Una fiaccolata in memoria di Maria Paola Gaglione, la 18enne di Caivano (in provincia di Napoli) caduta dallo scooter mentre era in fuga con il suo compagno transgender Ciro Migliore, inseguiti dal fratello della vittima agli arresti con l’accusa di omicidio preterintenzionale. A un mese da quella tragica morte, Ciro ha voluto ricordare la sua compagna prima con una lunga dichiarazione d’amore sul suo profilo Facebook, poi attraverso la posa di una lapide di marmo sul luogo dell’incidente. In serata gli amici si sono stretti intorno al giovane per una fiaccolata simbolica organizzata con Arcigay Napoli. “È un momento di riflessione affinché si esca dai retaggi culturali di violenza che poi sfociano in tragedie come queste – spiega la presidente di Arcigay Napoli, Daniela Falanga – abbiamo proposto alle istituzione di creare un murales sulla facciata di questi palazzi con il volto di Paola affinché ricordi a tutti quello che è successo, che sia da monito per una libertà che sia concepita, idealizzata, fatta propria. È necessario – conclude Falanga – che quartieri ghetto come questo diventino luoghi di aggregazione e non di violenza, fisica e culturale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Buoni spesa Covid, residenza o numero di familiari: 86 denunciati per i dati falsi

next
Articolo Successivo

Festa abusiva con 500 persone in un locale del Trevigiano: blitz della polizia e denuncia – VIDEO

next