Non siamo contenti, ma sollevati. Saremo contenti quando la manutenzione dei canali e della città sarà fatta ogni giorno”. Da oltre trent’anni Anna vive in una casa al piano terra nel sestiere San Marco a Venezia, uno dei più colpiti dall’acqua alta del novembre 2019. “Un anno fa abbiamo dovuto buttare via oltre 800 libri e diversi elettrodomestici” spiega mentre sfoglia un album di fotografie rovinato dall’umidità. Oggi in queste calli aspettavano 135 centimetri di acqua, ma con l’entrata in azione del Mose le calli sono rimaste asciutte. “Se fosse rimasta a quel livello anche senza Mose non sarebbe entrata in casa, ma saremmo stati allarmati perché bastava qualche centimetro per essere fritti – racconta Gianni, un altro residente – siamo moderatamente contenti, ma la preoccupazione rimane. Dobbiamo vedere se è un caso o meno e bisognerà fare altro oltre a tirare su le paratie”. Il pensiero va ai costi dell’opera e alle inchieste che hanno riguardato la sua costruzione. “Tutti i soldi spesi per il Mose, bene o male, non hanno permesso di fare altri lavori di manutenzione ordinaria. La città è fragile, occorre averne cura tutti i giorni”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fratelli tutti, Papa Francesco firma la sua terza enciclica sulla tomba del santo di Assisi

next
Articolo Successivo

Coronavirus, morto il vescovo di Caserta D’Alise: era ricoverato dal 30 settembre

next