I contagi da coronavirus in Europa restano alti come nei mesi più bui della pandemia. La Francia registra ancora il maggior numero di nuovi casi: sono 14.412 i positivi accertati, quasi 2mila in meno rispetto a due giorni fa, quando i contagi toccarono il record. Anche la Gran Bretagna, dopo il picco dei giorni scorsi, resta sopra i 6mila casi giornalieri: sono 6.042 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, con 34 nuovi morti. I nuovi contagi registrati ieri erano stati 6.874, con 35 decessi.

In Francia aumenta al 7,2% il tasso di positività, in costante crescita dalla settimana scorsa. Negli ospedali ci sono 33 ricoverati per Covid-19 in più rispetto a ieri, nei reparti di rianimazione 16 letti in più sono occupati. I 39 morti portano le vittime totali a 31.700.

La Romania ha registrato 1.552 nuovi contagi da coronavirus e altri 54 morti nelle ultime 24 ore, confermandosi il Paese dei Balcani più colpito dall’epidemia. Sempre elevata la curva dei contagi in Montenegro, dove su 790 test effettuati i positivi al Covid-19 sono risultati 235. Tre i decessi da ieri nel Paese che in giugno aveva già dichiarato finita l’epidemia. In Bosnia-Erzegovina nelle ultime 24 ore sono stati 233 i nuovi contagi e sette le vittime, mentre la Croazia ha registrato 212 casi di infezione e tre decessi. Alto anche oggi il numero dei contagi in Slovenia, 184, con un nuovo decesso, un bilancio vicino a quello della Macedonia del Nord dove vi sono stati da ieri 141 nuovi casi e una vittima. Situazione epidemiologica più favorevole in Serbia, con 74 casi e nessun decesso, e Kosovo, dove da ieri si sono registrati 46 contagi e due morti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, “in Uk cento morti al giorno entro un mese”. 15mila negazionisti Covid ammassati a Londra: scontri

next
Articolo Successivo

Bielorussia, la polizia blocca la marcia delle donne: attivista fermata regala i fiori agli agenti

next