Sono aumentati da metà agosto i casi di contagio da coronavirus a Malta, dove ora la sovrintendente per la salute pubblica, Charmaine Gauci, per la prima volta ha parlato di “situazione grave”, secondo quanto riportato dal Times of Malta, perché il virus è entrato in alcune case per anziani. Ma soprattutto sono sempre di più i ‘casi isolati’, segno che il contenimento non funziona.

Nelle ultime 24 ore è stato toccato un nuovo record assoluto, con 106 positivi su 2.470 test in una popolazione di appena mezzo milione di abitanti (1/120 dell’Italia). I due principali sindacati degli insegnanti (Mtu e Upe) hanno chiesto il rinvio della riapertura fisica delle scuole prevista per il 28 settembre e minacciano scioperi. Gauci ha affermato che il governo valuterà la situazione. Ma fortemente critico è anche il leader dell’Unione medici, Martin Balzan: “Non riesco a capire perché non sia stato ancora dichiarato lo stato di emergenza. La cosa più preoccupante è che il Covid-19 è nelle case per anziani: il tasso di morti può aumentare e gli ospedali potrebbero presto essere travolti”. Attualmente sono 591 i ‘casi attivi’ sull’arcipelago.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spagna, governo vuole riesumare le oltre 100mila vittime della dittatura nelle fosse comuni

next
Articolo Successivo

Breivik, stragista di Utoya, vuole fare causa alla Norvegia per le condizioni in carcere. E chiede la libertà condizionata

next