“La Lombardia ha fatto tutto quello che poteva fare forse anche qualcosa di più”. Non ha dubbi il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che questa sera insieme a Matteo Salvini e a Giancarlo Giorgetti ha partecipato a un evento elettorale a Saronno. Si prende gli applausi dei suoi sostenitori che provano a rispettare le distanze, ma l’arrivo del leader leghista dà il via al “liberi tutti”. Niente più distanziamento prima dei selfie di rito. “Non capisco perché Fontana si dovrebbe dimettere”, spiega a margine Salvini riferendosi alla mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni con la sola eccezione di Italia viva. “Ne prendo atto, rispetto gli uomini liberi”, chiosa Salvini. Poi sale sul palco e attacca la magistratura e il governo. Fuori dal parco, una decina di ragazze fischia il leader leghista esponendo dei cartelli, mentre un altro gruppo di contestatori è stato bloccato davanti alla stazione dalle forze dell’ordine in tenuta anti sommossa per tutta la durata del comizio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

C’è l’accordo sul trasporto pubblico: capienza massima dell’80%. Dal governo 350 milioni agli enti locali per le corse aggiuntive

next
Articolo Successivo

Regionali Campania, benvenuti alle elezioni dove nulla cambia da dieci anni. E non si fa per dire

next