Sono molto ingenti, da una prima stima, i danni provocati dall’ondata di maltempo che ha colpito buona parte della provincia di Vicenza, in particolare la zona di Arzignano, oltre alle vallate del Chiampo e dell’Agno. Grandinate e forti raffiche di vento si sono registrate anche in una vasta area dell’Alto Vicentino, nel Bassanese e nell’Altopiano di Asiago. Il maggior numero di chiamate ai vigili del fuoco arriva dal comune di Arzignano, dove una tromba d’aria ha divelto i tetti di alcuni capannoni e scoperchiato i teloni di copertura dei campi da tennis. Diversi rami e piante, divelte dal vento, hanno bloccato la circolazione in alcune arterie: problemi anche all’ingresso del locale ospedale per la caduta di alcuni arbusti. Danni si registrano anche nella frazione di Tezze di Arzignano

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tromba d’aria nel Veronese, la forza del vento scoperchia il tetto di una palazzina. Il video

next
Articolo Successivo

Palermo, le immagini dell’incendio di Altofonte: il lavoro dei vigili del fuoco per spegnere il rogo

next