Poco meno di 24 ore dopo che Virginia Raggi ha confermato ai suoi consiglieri di volersi ricandidare alla guida di Roma, è arrivato l’endorsement di Beppe Grillo. Il garante del Movimento 5 stelle, che mai come negli ultimi tempi dosa le uscite pubbliche, ha pubblicato una foto con la sindaca M5s e la scritta “daje”. Un messaggio non scontato e non immediato che però ha premiato l’accelerazione della prima cittadina che attende ancora la deroga ufficiale al limite del secondo mandato.

Solo ieri la prima cittadina, durante una video-riunione con i consiglieri della maggioranza, aveva confermato la volontà di ricandidarsi: un’ipotesi alla quale stanno lavorando i vertici da alcune settimane, ma che ancora attendeva l’ufficializzazione e l’eventuale investitura sulla piattaforma Rousseau. Anche per questo la benedizione di Grillo è fondamentale e, non è un caso, poco dopo è arrivato il messaggio di sostegno di Luigi Di Maio. “Virginia Raggi sta svolgendo un ottimo lavoro a Roma”, ha dichiarato. “Ed ha bisogno del supporto di tutto il Movimento”. La candidatura della Raggi, che proprio oggi intervistata dal Fatto quotidiano ha detto di “guardare a sinistra”, crea molti problemi agli alleati di governo del Pd che hanno già anticipato di non essere disposti ad appoggiarla.

Grillo non è la prima volta, nelle ultime settimane, che rompe il suo silenzio per la Raggi. L’ultima volta risale al 12 luglio scorso quando sul suo blog ha pubblicato un breve testo in romanesco a firma di Franco Ferrari, che parlava di quella che secondo il comico è “ingratitudine” da parte dei romani nei confronti della sindaca eletta nel 2016. “Virgì, Roma nun te merita”, era il titolo del post. Oggi il messaggio è molto più breve (daje), ma per la galassia M5s quanto mai significativo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Ecco la legge che impone all’Inps di pubblicare i nomi dei deputati col bonus 600 euro

next
Articolo Successivo

Da senatore 5s ho rinunciato al mio diritto alla privacy. Chi tra i parlamentari ha chiesto il bonus non è furbo, ma ladro

next