“Un atto criminale”. Il sindaco di Custonaci Giuseppe Morfino non esita a definire così il vasto incendio che nella notte ha distrutto centinaia di ettari di macchia mediterranea nella Riserva del Monte Cofano, in provincia di Trapani, in Sicilia. Le fiamme sono divampate in più punti sul versante del promontorio che affaccia su San Vito Lo Capo e le squadre dei vigili del fuoco sono state al lavoro tutta la notte per cercare di circoscrivere e spegnere il fuoco. Ad avvallare l’ipotesi del rogo doloso è proprio il fatto che le fiamme siano partite in più punti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Alberto Zangrillo: “Io negazionista? Colleghi ne risponderanno”

next
Articolo Successivo

Oggi: “Pietro Maso, condannato per l’omicidio dei genitori, riceve il reddito di cittadinanza”. L’avvocato: “Probabilmente già sospeso”

next