L’incubo Covid-19 si abbatte sul calcio europeo. Il Siviglia nella giornata odierna ha comunicato che un membro dello staff della prima squadra è risultato positivo al coronavirus. Il club spagnolo la prossima settimana, giovedì 6 agosto, dovrà affrontare la Roma negli ottavi di finale di Europa League. Come previsto dal protocollo della Liga, il Siviglia ha annullato tutti gli allenamenti e provveduto a sanificare il centro sportivo: il rischio però è che ci siano altri casi di Covid tra i calciatori e in quel caso la sfida con i giallorossi non si potrebbe giocare. Tutto il personale presente nel centro sarà sottoposto a due tamponi, di cui uno è già risultato negativo per tutti. Il pericolo però resto e non riguarda solo l’Europa League ma anche la Champions: Mariano Díaz, attaccante del Real Madrid, è risultato positivo ai test. La sfida tra i Blancos e il Manchester City è in programma il 7 agosto.

A far tremare il calcio europeo è la Spagna, dove il contagio ha ripreso vigore e ha già coinvolto anche il pallone. L’esempio è la surreale vicenda del Fuenlabrada, il club che era arrivato a La Coruña per giocare l’ultima giornata di Segunda División ma che è stato messo di corsa in quarantena in albergo dopo che i test prepartita avevano rivelato la presenza di 11 contagiati. A rischio c’è la partita della Roma, ma anche il Napoli deve giocare contro il Barcellona in Champions, mentre l’Inter attende un’altro club spagnolo, il Getafe, sempre negli ottavi di Europa League. Per quanto riguarda i giallorossi, il Siviglia comunica che “ha in programma di tornare all’allenamento, individualmente e con tutte le misure applicabili, domani pomeriggio, a condizione che i risultati del secondo test effettuato tornino negativi“.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Real Madrid alle prese col Covid: le spettro del contagio sulla ripartenza della Champions League

next
Articolo Successivo

Champions ed Europa League, via al ‘Truman Show’ delle Coppe. Cosa attende le 5 italiane: il calendario, la nuova formula e dove vederle

next