Dodici mezzi pesanti che hanno attraversato Genova per bloccare, simbolicamente, piazza Fontane Marose, nel centro città. È la singolare protesta degli autotrasportatori che hanno sfilato a passo d’uomo in una sorta di corteo di tir per “accogliere” la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, all’inaugurazione del nodo ferroviario. Alla protesta hanno partecipato anche i due candidati alle Regionali, il presidente uscente Giovanni Toti e l’esponente di Pd-M5s, Ferruccio Sansa. La manifestazione, organizzata dal comitato “Salviamo Genova e la Liguria”, ha contestato la gestione dei trasporti e della viabilità nella regione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Germania fa “cavaliere” Enrico Pieri: chi è il bambino a cui SS e fascisti uccisero 11 parenti nell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema

next
Articolo Successivo

Pisa, cane muore dopo essere stato lasciato nell’auto sotto il sole: denunciati i padroni

next