La decisione finale è arrivata dopo il ricorso del dipartimento di Giustizia, che si è opposto al blocco delle esecuzioni federali stabilito poche ore prima dalla giudice federale di Washington Tanya Chutkan. La Corte Suprema ha infatti dato il via libera alla prima esecuzione federale dal 2003, che mette fine a una moratoria di fatto per i detenuti nelle prigioni federali. I giudici hanno votato per consentire l’uccisione di Daniel Lewis Lee, condannato rinchiuso nel braccio della morte a Terre Haute, in Indiana, ritenuto colpevole di avere ucciso un commerciante di armi, la moglie e la figlia di otto anni nel 1996 in Arkansas. L’uomo è stato ucciso martedì mattina, e dichiarato alle 8.07 ora locale (le 14.07 in Italia).

“Ho fatto molti errori nella mia vita, ma non sono un assassino, state uccidendo un uomo innocente”, ha detto Lee poco prima di morire. La sua esecuzione ha avuto luogo dopo una serie di battaglie legali che si sono concluse con il via libera della Corte Suprema. I parenti delle vittime si erano infatti espressi contro la condanna a morte e ne avevano chiesto la sospensione a causa della pandemia di Covid-19 che rendeva difficoltoso per loro spostarsi per assistere all’esecuzione e prenderne le distanze. “Per noi si tratta di essere lì e dire: questo non si sta facendo in nostro nome; non lo vogliamo”, ha spiegato una dei parenti, Monica Veillette, sottolineando che avrebbero preferito per l’uomo l’ergastolo, pena che era stata stabilita per il suo complice Chevie Kehoe.

Kehoe, di Colville, Washington, reclutò Lee nel 1995 per unirsi alla sua organizzazione suprematista bianca, nota come Repubblica dei Popoli ariani. Due anni dopo furono arrestati per le uccisioni del trafficante di armi William Mueller, sua moglie Nancy e sua figlia di 8 anni, Sarah Powell, a Tilly, Arkansas, a circa 120 chilometri a nord-ovest di Little Rock. Altre due esecuzioni capitali sono programmate questa settimana, quelle di Wesley Ira Purkey mercoledì e Dustin Lee Honken venerdì. Di un quarto uomo, Keith Dwayne Nelson, è prevista l’uccisione ad agosto.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Trump “sfiduciato” da americani attacca Fauci. A Miami ospedali al collasso. California chiude le attività non essenziali

next
Articolo Successivo

5G, Huawei esclusa dalle forniture del servizio in Uk: “Questione di sicurezza”. Azienda: “Un errore”. Usa: “Sono una minaccia”

next