Pur se in maniera minore rispetto al mercato del nuovo, che nei primi sei mesi dell’anno ha perso il 46% delle immatricolazioni, anche quello dell’usato online non ha certo brillato. Dopo il fuoco di paglia di gennaio (+2,3%) e febbraio (+4,7%), è arrivata la scure del lockdown da Covid 19. E ha colpito duro: il bilancio del primo semestre per le compravendite sul web di vetture usate svela un ridimensionamento del 17%, rispetto allo stesso periodo del 2019.

Dato pesante, che fa il paio con quello relativo agli stock online (-15,1%), anche questi colpiti dal mancato approvvigionamento per la chiusura dei concessionari.

In particolare, secondo i ati dell’Osservatorio Brumbrum, è stato il secondo trimestre a far registrare la battuta d’arresto più pesante: -24%, per colpa anche del record negativo di aprile (-52,8%), dopo un marzo comunque difficile (-37,2%).

A maggio ci sono stati i primi, timidi, segnali di ripresa. Con perdite contenute, nell’ordine del -13, 9%. Trend che è proseguito a giugno, quando per la prima volta le perdite sono scese sotto la doppia cifra: -7,6%. Con l’estate, e un po’ di fiducia, quel meno potrebbe presto diventare un più.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mercato auto Italia, la tendenza non si inverte: a giugno immatricolazioni a -23%

next