Esordirà il prossimo 15 luglio la nuova Maserati Ghibli ibrida: la prima vettura elettrificata nella storia della marca del Tridente sarà proposta con un sistema mild-hybrid a 48 Volt, che prevede un piccolo motogeneratore alimentato da una batteria dedicata – ricaricabile con energia generata durante frenate e decelerazioni – a sostegno di un’unità turbobenzina a quattro cilindri di 2 litri di cubatura. Unità che dovrebbe essere un’evoluzione del motore di pari frazionamento in forze all’Alfa Romeo Giulia e Stelvio.

La potenza massima della Ghibli ibrida sarà pari a 330 cavalli, che permetteranno alla vettura prestazioni brillanti a fronte di consumi ed emissioni ridotti del 30% rispetto alla più vetusta unità V6 3 litri da 350 Cv attualmente a listino. Il mild-hybrid manderà in pensione anche il motore sei cilindri turbodiesel, rispetto a cui dovrebbe garantire prestazioni ambientali e un’efficienza migliori, nonché una più vantaggiosa distribuzione delle masse fra i due assi, grazie a un peso complessivo inferiore di 80 kg. Il powertrain in questione beneficerà pure di un compressore ad azionamento elettrico, collegato alla rete a 48 Volt e pensato per azzerare i ritardi di risposta all’acceleratore, tipici della sovralimentazione tradizionale.

L’introduzione della motorizzazione ibrida sarà anche l’occasione per portare all’esordio un sostanzioso restyling degli esterni, specie per quanto concerne mascherina anteriore e fanaleria posteriore – si parla di motivi estetici ispirati a quelli della Maserati 3200 GT, disegnata da Giugiaro e prodotta dal 1998 al 2002 –, e degli interni, dove troveranno posto la strumentazione tachimetrica digitale multifunzione e un sistema di infotainment completamente aggiornato nella grafica, nella risoluzione e nell’hardware. Caratteristiche che verranno declinate sulle rinnovate edizioni dell’ammiraglia Quattroporte e del suv Levante.

Dal 2021 tutte le nuove Maserati saranno connesse alla rete, con possibilità di effettuare gli aggiornamenti software over the air e funzionalità avanzate, come chiamata di emergenza, assistenza stradale e, su alcuni mercati, il supporto vocale di Amazon Alexa. Insieme a tutto questo, su Ghibli e sul resto della gamma, arriverà un’ulteriore evoluzione dei sistemi di assistenza alla guida.

Il 4 agosto, invece, sarà la volta della gamma Trofeo: il V8 3.8 biturbo da 580 cavalli, già installato sulla Levante più sportiva fra quella a listino, sarà proposto anche su Ghibli e Quattroporte. La gamma Trofeo avrà un’estetica specifica, finiture di fibra di carbonio e una serie di accorgimenti estetici e tecnici votati alla sportività, come assetto dedicato e cerchi di lega forgiati. Una gamma ad alte prestazioni che precederà la presentazione della nuova supercar MC20, programmata per settembre e che introdurrà la nuova motorizzazione a 6 cilindri sviluppata dalla Maserati a partire dal V6 dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Seat Ateca, lo sport utility spagnolo si rinnova. In vendita entro fine anno – FOTO

next
Articolo Successivo

Citroën C4, cambiano i connotati. E quella nuova è anche elettrica – FOTO

next