Io ora ho un ruolo, siamo capitati in questa emergenza, abbiamo attraversato mesi durissimi, condivisi con tutti gli italiani, ora dobbiamo pensare di progettare per ripristinare non la normalità, ma per fare meglio ed essere migliori”. Così il premier Giuseppe Conte, a una domanda sul suo ruolo nel futuro del Movimento 5 stelle al termine della seconda giornata di lavori degli Stati Generali. “Io ho iniziato questo ruolo facendo un’altra occupazione, non pensavo di dover rivestire un ruolo così elevato e di cui sono onorato. Ma io ho un’occupazione, lo dico a chi mi inserisce nei sondaggi e lo dico anche ai miei compagni di viaggio. Ho un’occupazione, se torno a fare quel che facevo sarò felicissimo, non ci sarà un problema di spazio per me

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, il console indicato come intermediario: “Soldi da Chavez? Un montaggio. In Spagna c’è la cupola dell’ultradestra che appoggia Guaidò”

next
Articolo Successivo

Stati Generali, Conte: “Opposizioni vogliono scegliere il posto? Ci mettiamo d’accordo, ma disertare è singolare agli occhi del mondo

next