“Questo governo ha detto che non farà condoni. La voluntary disclosure? È una cosa diversa ma presenta problemi di criticità“, così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri al termine della prima giornata di lavori agli Stati generali dell’economia a Roma, rispondendo a una domanda sulla voluntary disclosure per il contante proposta dalla task force guidata da Vittorio Colao. “Analizzeremo con grande attenzione la proposta – ha aggiunto – ma non abbiamo un orientamento”. Il ministro ha specificato che però “uno dei pilastri del governo” è il “contrasto all’evasione fiscale che perseguiremo anche con la diffusione dei pagamenti digitali”. Sul piano Colao scettico anche il premier Conte che sottolinea: “La voluntary disclosure è un progetto particolare che andremo a discutere insieme anche ad altri elementi, ma è chiaro che questo tipo di disclosure pone dei problemi sui possibili reati che ci sono dietro” un’azione di evasione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stati generali, Conte: “Mi appello a opposizioni: date una mano. Nell’interesse nazionale convincete Visegrad su Recovery Fund”

next
Articolo Successivo

Regeni, Conte: “Parole dei genitori? Qualsiasi opinione della famiglia merita rispetto. Ma meritano rispetto anche gli sforzi del governo”

next