“Lei è perfettamente consapevole di quanto siano sbagliate e offensive le parole pronunciate in Aula dal collega del M5s, ma sono altrettanto convinta che non si alzerà a prendere distanze, come giustamente chiesto dalla collega Gelmini, perché il M5s è il suo partito, e non lo avrebbe fatto, non avrebbe attaccato in quel modo se non lo avesse concordato anche con lei“. Così la leader di FdI, Giorgia Meloni, rivolta al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo la sua informativa alla Camera. “La sua è una strategia”, è stata l’accusa di Meloni.

“Ciascun parlamentare esprime le proprie opinioni. Non è mai accaduto che a me fosse consegnato un intervento ma dire che io abbia condiviso o istigato, è una cosa che si commenta da sé“. È stata la replica all’Ansa di Conte, dopo le parole della leader di Fratelli d’Italia, secondo cui l’intervento del deputato Riccardo Ricciardi sarebbe stato condiviso col presidente del Consiglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bonafede non cade ma resta nel mirino: la colpa da scontare si chiama prescrizione

next
Articolo Successivo

Fase 2, caos alla Camera dopo attacco del M5s a Lombardia. Fico sospende la seduta e deputati leghisti scendono dai banchi per protestare

next