“La manovra da 55 miliardi, dopo averne fatta una da oltre 24, in uno stato di ordinaria amministrazione ce la saremmo sognata. Questo ha una serie di implicazioni. Nelle prossime settimane vivremo una serie di attacchi al governo finalizzati alla sua caduta, ispirati anche da centri economici e dell’informazione”. È l’avvertimento del vicesegretario del Pd, Andrea Orlando che è intervenuto all’evento online promosso dal Pd Milano Metropolitana “Milano – Italia. Scriviamo un nuovo futuro”. Per il vice di Zingaretti questi attacchi non saranno finalizzati “a correggere, com’è lecito, l’attività di governo” ma a “rivedere il patto di governo e a riorganizzare la maggioranza”. “Dobbiamo saperlo – ha aggiunto – gestire quei flussi finanziari fa gola a molti, e alcuni si prestano anche a operazioni politiche che vanno in questo senso. Ci parleranno della capacità comunicativa di Conte o dell’errore di questo o quel ministro, ma all’ordine del giorno c’è un altro tema, provare a vedere se si costruisce un’altra formula politica”. Da parte sua Orlando pensa “che questa eventualità non ci sia e vada respinta con molta nettezza“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Sergio Mattarella ha firmato il decreto sulle Riaperture. Tra poco conferenza stampa di Conte

next
Articolo Successivo

Orlando: “Presto attacchi al governo da centri economici e dei media”. Poi messaggio a Fca: ‘Chi chiede aiuti allo Stato riporti sede in Italia’

next