Un poliziotto di 37 anni è morto a Napoli cercando di fermare due rapinatori dopo un colpo in banca: un altro collega è rimasto ferito. Nella notte gli agenti sono stati chiamati per una tentata rapina alla filiale del Credito Agricolo, in via Abate Minichini. Gli uomini in fuga hanno imboccato contromano Calata Capodichino e si sono trovati di fronte la volante della Polizia, che cercava di bloccarli. L’impatto è stato violentissimo: l’agente alla guida, Pasquale Apicella, è morto poco dopo in ospedale. Ferite lievi per il collega.

Due degli autori della tentata rapina sono stati fermati poco dopo, sul luogo dello scontro. Si tratta di due uomini, 27 e 40 anni, entrambi residenti nel campo nomadi di Giugliano in Campania (Napoli). Dopo essere stati curati in ospedale, sono stati ascoltati negli uffici della Squadra mobile di Napoli. Al termine dell’interrogatorio sono stati arrestati con l’accusa di omicidio volontario, lesioni dolose, tentata rapina aggravata e ricettazione. Sono stati rintracciati e fermati anche gli altri due componenti della banda coinvolta nell’incidente. I due vengono a loro volta interrogati.

Le auto distrutte durante l’impatto – Le auto sono state praticamente distrutte nell’urto: il parabrezza della pattuglia appare completamente sfondato, mentre, nella macchina dei rapinatori, il motore è stato sbalzato fuori. Apicella lascia la moglie e due figli, uno di 6 anni ed uno di pochi mesi. In Polizia dal 2014, aveva lavorato all’ufficio del personale della Questura di Milano. Poi al commissariato Trastevere e infine a Napoli, dall’ottobre 2017, a Scampia e poi, da pochi mesi, al commissariato di Secondigliano.

Il sindaco Luigi de Magistris, il questore di Napoli, Alessandro Giuliano e il capo della Polizia, Franco Gabrielli, hanno espresso cordoglio e “commossa vicinanza” alla famiglia e auguri di pronta guarigione al collega. “La polizia paga un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo”, ha detto Gabrielli ricordando l’impegno delle forze dell’ordine in questo periodo di emergenza. Messaggi di vicinanza sono arrivati anche dal sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo e dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati ha inviato un messaggio alla famiglia e al corpo di polizia: “Un tragico episodio che ci ricorda una volta di più quanto importante e prezioso è il lavoro che le nostre forze dell’ordine”. Il viceministro dell’Interno, Matteo Mauri, ha aggiunto un “ringraziamento per il grande lavoro e per lo spirito di sacrificio che ogni giorno le donne e gli uomini delle forze di polizia mettono in campo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i Comuni chiedono al governo “sostegno al settore balneare”. Locatelli: “Inventare un modo diverso di vivere il mare”

next
Articolo Successivo

25 aprile, le Frecce Tricolori sorvolano Roma: il video immersivo dell’Aeronautica militare. Le immagini da dentro la cabina di pilotaggio

next