La catena dell’Himalaya torna a essere visibile per la prima volta in oltre 30 anni per gli abitanti del Punjab, nel nord dell’India, che sono a 200 chilometri di distanza. Lo riporta la Cnn pubblicando le foto che tanti abitanti della zona hanno postato sui social media. La visione delle montagne è stata possibile alla forte riduzione dell’inquinamento dovuta al lockdown per il coronavirus. A New Delhi per esempio c’è stato un calo del 44% delle polveri sottili, in tutta l’India sono 85 le città che hanno registrato un calo dell’inquinamento dopo due settimane di isolamento.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, in Olanda e Regno Unito due guariti da record di 107 e 101 anni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, a New York le vittime del Covid-19 sepolte nelle fosse comuni: le immagini

next