Il nuovo fitness tracker Fitbit Charge 4 è stato ufficializzato con un comunicato stampa, tramite cui è stato possibile apprenderne caratteristiche, disponibilità e prezzi. Erede del Charge 3 introdotto alla fine del 2018, il nuovo modello è un concentrato di tecnologia, che mette al polso dell’utente tantissime funzioni avanzate.

Dotato di un display touch resistente ai graffi e pulsante induttivo, Fitbit Charge 4 misura 35,8 x 22,7 x 125 mm, è resistente all’acqua ed integra sensore GPS, cardiofrequenzimetro con tecnologia PurePulse e rilevamento 24/7 e supporto alla funzione Minuti in Zona Attiva, parametro del battito cardiaco che traccia l’attività intensa tenendo in considerazione il battito e l’età, rilevamento automatico dell’allenamento con SmartTrack, monitoraggio del sonno con sveglia intelligente e punteggi e tecnologia di rilevazione della saturazione di ossigeno (SpO2). Presente inoltre anche un modulo NFC con Fitbit Pay per i pagamenti digitali.

Grazie alla nuova batteria e alla piattaforma hardware inoltre il fitness tracker gode di un’ampia autonomia che, secondo il produttore, può toccare i 7 giorni con una sola ricarica. Per quanto riguarda le funzioni, Charge 4 supporta oltre venti modalità di allenamento basate su obiettivi, di cui 7 basate su rilevamento GPS. Non mancano poi sessioni di Audio Coaching, tecnologia Spotify – Connect & Control per selezionare la musica, riprodurre le tracce, mettere in pausa e passare al prossimo brano, oltre alla possibilità, solo su Android, di selezionare risposte rapide ai messaggi.

Sia Fitbit Charge 4 che la variante Special Edition, saranno disponibili a partire dal 15 aprile, a un prezzo pari rispettivamente a 149,99 e 169,99 euro. Saranno inoltre disponibili cinturini intercambiabili, tra cui quelli in tessuto riflettente con fibre riciclate Repreve o quello in pelle Horween realizzato a mano, con prezzi a partire da 29,99 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Regione Lombardia prova a mappare il rischio di contagio con un’app: si chiama CercaCovid, ecco come funziona

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la violazione dei dati sul sito Inps è gravissima. Altro che pesce d’aprile

next