Centinaia di gilet gialli si sono riuniti a Parigi per il “settantesimo atto” delle loro proteste. Secondo fonti della polizia, circa 400 persone hanno partecipato alla mobilitazione, nonostante l’emergenza coronavirus e il divieto di raduni di oltre 100 persone adottato dal governo contro la diffusione dell’epidemia.

I gilet gialli si sono scontrati con la polizia in Boulevard Arago e le forze dell’ordine hanno lanciato gas lacrimogeni. Nel frattempo i social francesi sono divisi fra chi sostiene le proteste e chi ritiene irresponsabili i manifestanti. Questa è la settantesima settimana consecutiva di mobilitazione: quasi un anno e mezzo di ininterrotta opposizione nelle piazze alla presidenza di Macron.

Invocando “buon senso”, una delle figure di riferimento del movimento, Maxime Nicolle, aveva avvertito i manifestanti dicendo che “se domani dimostreremo, passeremo per tutto tranne che per persone intelligenti”. Ma il suo appello è rimasto inascoltato.

Le ultime manifestazioni si erano tenute la settimana scorsa, quando era in atto il divieto di assembramento per gruppi oltre le 5mila persone. Obiettivo delle proteste era la riforma delle pensioni che negli ultimi mesi in Francia ha scatenato scioperi di massa e gravi turbolenze sociali.

Foto: da video Twitter di Charles Baudry

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la testimonianza da Londra: “Mio figlio ha polmonite e febbre a 39,5 ma per lui niente tampone perché è giovane”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Merkel usa la carta KfW: la Germania mette a disposizione delle imprese crediti per almeno 550 miliardi di euro

next