Sono ore di tensione tra i vertici della Lega Serie A e l’Inter, con l’ad della società Beppe Marotta che ha parlato di “campionato falsato” dalla decisione della Lega di posticipare cinque partite di campionato che si sarebbero dovute giocare a porte chiuse, compresa Juve-Inter. E Paolo Dal Pino, presidente dalla Lega Serie A, risponde a tono a Giuseppe Marotta: “Venerdì l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo ed io abbiamo proposto all’Inter di spostare la gara contro la Juventus al lunedì sera per poterla disputare a porte aperte, ma l’Inter si è rifiutata categoricamente di scendere in campo – ha detto Dal Pino – La società si assuma le sue responsabilità e non parli di sportività e campionato falsato“. Intanto, “il Consiglio di Lega, riunitosi oggi in conference call, ha deciso di convocare un’assemblea urgente il prossimo 4 marzo per esaminare le conseguenze dei provvedimenti governativi relativi al coronavirus sul calendario delle partite”, questo quanto ufficializzato in una nota dalla Lega di Serie A.

“Il torneo è falsato. È alterato nei suoi equilibri. L’Inter è danneggiata, il calendario di maggio è incredibile“, queste le parole di Beppe Marotta in una intervista alla Gazzetta dello Sport. “Mi interessa poco questo argomento. Dico che tutta questa vicenda è stata affrontata male. Andava gestita con tempistiche diverse – ha aggiunto Marotta”. E poi, l’attacco diretto a Dal Pino: “L’errore è stato del presidente di Lega, Dal Pino, che ha deciso senza interpellare nessuno. Piuttosto, avrebbe dovuto convocare un consiglio di Lega straordinario. Non va bene, la cosa è molto grave. Quel che accadrà da adesso in poi mi preoccupa, per il mondo del calcio”, ha affondato ancora il dirigente nerazzurro che è anche consigliere federale in rappresentanza della Lega.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Marotta sul rinvio Juve-Inter: “Poteva essere gestito meglio”. Matteo Salvini: “Si doveva giocare”. Fedriga: “Scelta saggia”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la malattia del calcio è l’incapacità di chi lo governa: tutti colpevoli nella ridicola gestione dell’emergenza

next