La quarta generazione dell’auto che nel 1996 inventò il segmento delle berline due volumi premium debutterà al prossimo salone di Ginevra, in programma dal 5 al 15 marzo. Ma per la nuova Audi A3 c’è stata una gustosa anteprima nei massicci montuosi di São Miguel, lungo le cui strade si corre il Rally delle Azzorre, da dove vengono gli scatti fotografici che potete ammirare nella gallery qui sopra. La A3 2020 può contare su diverse soluzioni tecnche all’avanguardia: innanzitutto la trazione integrale quattro con ripartizione totalmente variabile della coppia, che beneficia di una frizione elettroidraulica a lamelle in grado di intervenire in una frazione di secondo in fase di partenza o in caso di fondo con scarsa aderenza. Ci sono poi le sospensioni adattive a controllo elettronico con tre livelli di smorzamento, attivati in base alle necessità rilevate da appositi sensori che trasmettono in tempo reale ad una centralina le informazioni relative ai movimenti in verticale della carrozzeria. Ultimo, ma non per importanza, è lo sterzo progressivo a demoltiplicazione e servoassistenza variabili: l’aiuto nella sterzata diminuisce all’aumentare della velocità e viceversa. In attesa di ulteriori dettagli, con ogni probabilità svelati a Ginevra a marzo, bisogna tenere presente che il debutto sul mercato italiano della A3 avverrà nel secondo trimestre del 2020.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Seat Leon, svelata la nuova generazione. Sarà connessa e ibrida – FOTO

next
Articolo Successivo

Kia Sorento, ecco i disegni della nuova generazione che debutterà a Ginevra

next