La soluzione stava nel problema. Cioè, in un problema. Perché Andrew Mayers ha trovato il modo migliore e più efficace per fronteggiare il proprio diabete provando a contrastare la pericolosissima piaga dello spreco di cibo. Risultato? Alimentarsi per oltre un anno con i rifiuti e i cibi buttati e recuperati gli ha migliorato di molto la salute. Andrew è un giornalista e sul Guardian ha raccontato che scegliendo di seguire la sua personalissima dieta fatta solo di ciò che trovava, ha centrato tutti gli obiettivi di qualsiasi altro regime alimentare “normale”: ha cominciato a ridurre la quantità delle porzioni, dovendosi adattare a ciò la strada gli offriva, non si è permesso nessuno sfizio zuccheroso e ha fatto molto più esercizio fisico. Oltre a combattere lo spreco alimentare, Andrew ha così curato il proprio corpo e soprattutto la propria salute.

“Per un anno ho mangiato solo rifiuti e così sono guarito dal diabete”: la storia di un giornalista del Guardian

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mamma e tre figli si perdono nelle foreste tra Colombia e Perù per 34 giorni

next
Articolo Successivo

Malasanità, la dimettono con una diagnosi di bronchite ma aveva ingerito una batteria la litio. Muore bimba di 2 anni: aperta inchiesta

next