Sorpresa agli Australian Open. Rapael Nadal, numero uno del raking mondiale, è stato battuto ai quarti di finale da Dominic Thiem in quattro set, di cui tre al tie break, con il punteggio di 7-6 (7-3), 7-6 (7-4), 4-6, 7-6 (8-6). E dopo 4 ore e 15 minuti di gara. È la prima volta nella carriera del tennista austriaco: Thiem infatti aveva perso tutte e cinque le precedenti partite di un Grande Slam disputate contro il campione spagnolo. Non solo, per Thiem si tratta anche della prima semifinale in uno Slam che non sia il Roland Garros: la sfida che lo attende ora è con il tedesco Alexander Zverev, che nella notte italiana ha sconfitto sempre in quattro set lo svizzero Stan Wawrinka.

Nadal interrompe così la sua scalata alla finale, disputata e persa lo scorso anno contro il serbo Novak Djokovic, e la sua rincorsa al ventesimo Slam in carriera. Tra i semifinalisti Australian Open c’è proprio Diokovic che domani sfiderà il 20 volte vincitore di titoli Slam Roger Federer, autore di una grande rimonta nel match di martedì contro Tennys Sandgren.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Valentino Rossi, dal 2021 il Dottore non avrà più la Yamaha ufficiale: contratto a Quartararo

next
Articolo Successivo

Kobe Bryant, una giornalista del Washington Post ricorda le accuse di stupro al cestista: viene sospesa dal giornale e minacciata in Rete

next