Brucia ancora l’Australia. Un massiccio incendio nei pressi dell’aeroporto di Canberra ha costretto gli abitanti a rifugiarsi nelle loro case su indicazione delle autorità. Lo riferisce il Guardian. Verso le 17.30 ora locale, ai residenti di tre quartieri della città è stato detto che era troppo tardi per evacuare e che l’incendio era fuori controllo. A bruciare sono 90 ettari a sud dell’aeroporto. Inizialmente portata a livello di emergenza l’allerta è stata poi ridotta. Sul posto sono ancora in azione i vigili del fuoco. Solo pochi giorni fa una nuova allerta meteo aveva coinvolto la regione. A preoccupare non erano le fiamme, ma la grandine.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

India: cittadinanza per afghani, bangladesi e pakistani immigrati prima del 2015, ma non se musulmani. Corte Suprema dà l’ok alla legge

next
Articolo Successivo

Gerusalemme, Macron si infuria con la polizia israeliana: “Fuori di qui”. Tensione con gli agenti

next