Segregata in casa, minacciata e violentata dal marito che aveva raggiunto in Italia, con la complicità del cognato. La vittima è una giovane indiana residente a Fondi, Latina, che alla fine ha denunciato i maltrattamenti che era costretta a subire. I due uomini si erano garantiti il suo silenzio girando filmati scabrosi a sua insaputa: se la donna fosse andata a farsi medicare le ferite in ospedale, o se avesse parlato a qualcuno dei palpeggiamenti e degli stupri, avrebbero diffuso i video. Gli agenti del commissariato di Fondi hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare nei confronti del marito e del cognato, connazionali della vittima, 51 e 44 anni. Accusati di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale, gli uomini si trovano ora ai domiciliari. La donna invece è stata accompagnata dai servizi sociali comunali in una struttura protetta fuori dalla provincia.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Words are stone, la campagna online contro l’hate speech: cinque video per riflettere sulle situazioni di razzismo quotidiano. Il bar

next
Articolo Successivo

I ‘fratelli della disabilità’ sono bimbi eccezionali e adulti forti. Nonostante i loro drammi

next