Non c’è stato niente da fare per il bimbo che sabato pomeriggio si è schiantato con il suo bob contro un albero sulle nevi di Valdidentro, paese della Valtellina in provincia di Sondrio. Il piccolo Diego Lanfranchi si trovava con i genitori e stava giocando con il fratellino di due anni al di fuori delle piste da sci, in un’area con boschi e piccole baite. A un certo punto lo slittino con i due fratellini ha preso eccessiva velocità, lungo il pendio innevato, e ha finito la sua corsa contro un larice. I due piccoli sono stati sbalzati sulla neve è per il più grande da subito le condizioni sono apparse molto gravi.

È intervenuta l’eliambulanza da Como, che lo ha trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. I medici avevano tenuto riservata la prognosi, mentre il fratellino di due anni se l’era cavata con ferite meno serie e un grande spavento, venendo dimesso lunedì. Non c’è stato niente da fare per Diego, la cui morte è avvenuta nel pomeriggio. Indaga la Scuola alpina della Guardia di finanza di Bormio. Il bob è stato posto sotto sequestro dai militari che oggi hanno compiuto nella zona dell’incidente un nuovo sopralluogo, prima di inoltrare il rapporto al magistrato della procura di Sondrio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Valle Aurina, c’è la settima vittima: morta una ragazza. Stefan Lechner: “Vorrei essere al loro posto”

next
Articolo Successivo

Catania, 90enne prende a bastonate la moglie 79enne. Morta in ospedale dopo due giorni

next