“Il popolo è in cammino e quando un popolo sente il profumo della libertà non ci sono manette che tengano“. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, al congresso straordinario del partito convocato a Milano. “Questi giudici non attaccano me – ha sottolineato Salvini – attaccano un popolo e la sovranità nazionale, il diritto alla sicurezza e alla difesa dei confini. Io come Berlusconi? Non attacco la magistratura, c’è qualcuno che mette in discussione il diritto, per un ministro, di occuparsi di sicurezza. E allora affidiamo il governo del Paese ai giudici”. Salvini è indagato per il caso della nave militare Gregoretti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nave Gregoretti, Italia Viva: “Processo a Salvini? Leggeremo le carte senza sventolare cappi e manette”

next
Articolo Successivo

Salvini si presenta dai giornalisti col presepe in mano: “Mi hanno regalato anche quattro canne da pesca”

next