“Il mondo dentro cui ci troviamo è diverso da quello che abbiamo conosciuto. Cambia l’ambiente in cui viviamo, il clima, e in conseguenza di questo si aggravano gli effetti dei fenomeni naturali sui nostri territori. Questo è uno degli effetti più evidenti del cambiamento”, così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante lo scambio degli auguri di fine anno con i rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e della società civile. “Oggi i mutamenti climatici fanno apparire fragili ed esposti i nostri territori, insicure le popolazioni che si trovano ad affrontare le drammatiche conseguenze di calamità che sarebbe illusorio definire eccezionali, data la frequenza”, ha aggiunto il Capo dello Stato che ha poi sottolineato la necessità di “una nuova cura del territorio” basato non sull’emergenza, ma “sulla prevenzione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo benedice le Sardine e fa autocritica: “Loro combattono la peste. Anche noi abbiamo un po’ esagerato ma ora non lo facciamo più”

next
Articolo Successivo

Referendum costituzionale, come funziona e i tre precedenti degli ultimi 18 anni – La scheda

next