Un oro, due argenti e un bronzo. L’Italia chiude con un bottino di quattro medaglie l’ultima giornata di gare degli Europei di nuoto in vasca corta di Glasgow. Medaglia d’oro per Simona Quadarella che nella sua finale dei 400 stile libero ha battuto le rivali chiudendo sotto i 4 minuti, in 3’59”75, davanti alla tedesca Isabel Marie Gose, argento in 4’00”01, e alla ungherese Ajna Kesely, bronzo in 4’00″04. Chiude in ottava posizione l’altra azzurra Martina Rita Caramiglioli.

“Mi sembra un deja vu – il commento di Quadarella – Ho gareggiato in corsia 6 come nei 400 in vasca lunga e sono arrivata prima. Me lo sentivo di poter vincere, come lo scorso anno. Sono arrivata sul blocchetto con la consapevolezza di volere conquistare l’oro”.

Nell’ultima giornata degli europei arrivano anche tre medaglie d’argento. Prima quella di Elena Di Liddo nei 100 farfalla: l’azzurra ha chiuso in 56”37 dietro alla bielorussa Anastasiya Shkurdai, oro con il tempo di 56”21, bronzo alla greca Anna Ntountounaki in 56”44. Quinto posto, invece, per l’altra azzurra Ilaria Bianchi con un tempo di 56”92. Poi è toccato ad Alessandro Miressi nella finale dei 100 stile libero: il piemontese è record italiano con il tempo di 45″90, preceduto solo dal russo Vladislav Grinev, oro in 45″35. Bronzo all’altro russo Vladislav Grinev, terzo con il tempo di 46″35.

Infine alla 4×50 mista femminile (Silvia Scalia, Benedetta Pilato, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro) che ha chiuso in 1’44’92, record italiano, alle spalle della Polonia e davanti alla Russia. Medaglia di bronzo infine per Martina Carraro nella finale dei 200 rana, seconda con il tempo di 2’19″68, nuovo record italiano, dietro alla russa Mariia Temnikova in 2’18″35 e alla britannica Molly Renshaw, 2’19″66.

L’Italia chiude la 20esima edizione dei campionati europei di nuoto in vasca corta col record di medaglie (20, il precedente era di 18 a Eindhoven 2010), cinque atleti diversi d’oro come a Netanya 2015, 9 atlete a medaglia individuali, 30 atleti diversi in finale (17 uomini e 13 donne; 6 più di Netanya), 44 finalisti (5 più di Netanya). Il tutto si traduce in 6 ori, 7 argenti, 7 bronzi, 47 primati personali con 12 record assoluti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pallavolo, Conegliano vince il Mondiale per club femminile: è il primo successo italiano. Trionfo di Lube Civitanova in quello maschile

next
Articolo Successivo

Doping, la Wada ha deciso di escludere la Russia dalle Olimpiadi per quattro anni

next