Stava osservando le scarpette rosse, simbolo della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, quando uno sconosciuto l’ha schiaffeggiata. E’ accaduto questa mattina in piazza Duomo a Crema, secondo quanto riportato dal quotidiano La Provincia. La donna, Giada Biaggi, 28enne, docente della scuola cittadina “Munari” e giornalista, prima di rientrare a Milano dove risiede avrebbe deciso di passare nella piazza principale della città proprio per vedere e rendere omaggio all’installazione artistica allestita per l’occasione. È a quel punto che un ragazzo intorno ai 30 anni ha iniziato a fare un video con lo smartphone dicendo di essere uno youtuber.

“Io non volevo – ha raccontato la ragazza a La Provincia – e quando gli ho detto di piantarla mi ha chiesto se per me esistesse ancora la violenza sulle donne. Quando gli ho risposto di e ho aggiunto che ritenevo già una violenza il fatto che mi riprendesse con il telefonino, mi ha dato uno schiaffo”. Un gesto violento accompagnato dalle parole: “E allora? Questa cos’è?”. A quel punto la ragazza impaurita e stupita da quanto accaduto così improvvisamente ha chiamato la Polizia che è giunta sul posto e ha dato il via agli accertamenti e alle verifiche del caso per individuare l’uomo. Fortunatamente in piazza Duomo dovrebbero esserci numerose telecamere che dovrebbero agevolare il lavoro degli agenti del commissariato di Crema.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genova, mondo del sociale contro assessore: 1500 firme per le dimissioni. “Comune più attento al decoro urbano che alle persone”

next
Articolo Successivo

Napoli, i tempi di attesa ai pronto soccorso richiedono misure urgenti. Avrei una proposta

next