“All’azienda chiederemo di ritirare quello che ha già deciso, che è totalmente inaccettabile, perché avviare lo spegnimento vuol dire pensare di chiudere quell’impianto”. Così Maurizio Landini, numero uno della Cgil, entrando all’ingresso tra sindacati e azienda che si svolge al Mise. “Gli impianti vanno salvaguardati. Per noi è del tutto illegittimo quello che Mittal sta facendo e bene hanno fatto la Procura di Milano e i commissari a ricorrere contro l’azienda perché il Paese non può accettare di perdere l’industria dell’acciaio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Di Maio: “Chi vuole trasformare il Movimento in un partito se ne vada”. Poi l’attacco a Salvini: “Chieda scusa a Ilaria Cucchi”

next
Articolo Successivo

Mose, Casson: “Ci hanno mangiato tutti: da politici al patriarcato”. E su Ilva: “Scudo penale è una scusa. La verità è che la politica ha fallito”

next