“Dobbiamo fare tutto il possibile perché ArcelorMittal resti a Taranto. Non può passare il messaggio che un’azienda viene qui a investire e poi se ne va quando vuole, non siamo il Bengodi“. A dirlo, a Berlino dopo aver incontrato l’omologo tedesco Heiko Maas, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Che ha attaccato la Lega e Matteo Salvini: “Stanno dalla parte delle multinazionali e non da quella dei lavoratori“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini: “Attacchi a Liliana Segre? Non ho minimizzato. Io ho ricevuto un altro proiettile, non piango”

next
Articolo Successivo

Ex-Ilva, è andata in onda un’inchiesta su Taranto che ha scalfito la retorica contro governo e M5s

next