“Nella mia vita privata devo essere libera di fare quello che voglio”. Parla della sua omosessualità la calciatrice della nazionale di calcio femminile e difensore dell’Atletico Madrid Elena Linari ai microfoni di RaiSport in un’intervista per Dribbling. Fa coming out, almeno in Italia: “A Madrid non ho nessun problema, anzi. In Italia sono io la prima ad aver paura di affrontare l’argomento perché non so come la gente potrebbe reagire. Ho paura del giudizio della gente”.

Poi continua: “Tante volte si evita di mettere un post o cose del genere per evitare di coinvolgere altre persone perché ancora in Italia non siamo pronti. Ma poi diciamolo non è che nel calcio femminile fioccano le omosessuali, no proprio no. Gli omosessuali ci sono anche nel calcio maschile, negli altri sport e nella vita quotidiana”.

La giocatrice nell’intervista parla della sua famiglia: “È stato toccante quello che mi ha detto mia nonna quando lo ha saputo della mia omosessualità. Era contenta ma in lacrime mi ha detto: ‘Ho tanta paura per te perché non siete tutelate’. Sono scoppiata a piangere, ma di gioia perché a pronunciare queste parole è stata una nonna, una persona di 80 anni“. E conclude: “Quando si ha un figlio la cosa più importante è che sia felice. Se è felice con una relazione omosessuale non vedo dove sia il problema. È ovvio, ci potranno essere delle difficoltà, ma nella vita in generale le difficoltà ci sono”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Foggia, calciatori sotto la curva intonano coro: “Onoriamo i diffidati”. Polizia acquisisce video

prev
Articolo Successivo

Inter, Juve e Napoli ripartono dai tre punti (con qualche difficoltà). Atalanta rimontata di tre gol dalla Lazio: Gasperini contro gli arbitri

next