Microsoft ha comunicato che OneDrive Personal Vault, l’area super protetta di OneDrive per archiviare file online, è ora disponibile in tutto il mondo per tutti gli account consumer di OneDrive. Inoltre, OneDrive incassa nuove opzioni di archiviazione espandibili, backup automatico delle cartelle e modalità dark.

Partendo da Personal Vault, come avevamo spiegato al momento dell’annuncio, è un’area protetta in OneDrive a cui è possibile accedere solo con un metodo di autenticazione efficace o con l’autenticazione a due fattori. Occorrono impronte digitali, scansione del volto, codice PIN o codice inviato tramite e-mail o SMS. Quello che offre Personal Vault è un alto livello di protezione per file, foto e video. Non rallenta il computer, e per accedere basta collegarsi da PC o dispositivo mobile.

L’autenticazione a due fattori è solo la porta d’accesso. Le misure di sicurezza “interne” includono poi il Blocco automatico, per non preoccuparsi di lasciare aperta l’applicazione o i file. Entrambi si chiuderanno e si bloccheranno automaticamente dopo un periodo di inattività. Sui PC con Windows 10 è attiva la crittografia BitLocker, quindi la sincronizzazione dei file avviene in un’area crittografata del disco rigido.

Personal Vault inoltre opera anche la crittografia dei file inattivi e in transito, il monitoraggio degli accessi sospetti, il rilevamento e recupero di ransomware, la scansione dei virus sui download per minacce note e cronologia delle versioni per tutti i tipi di file.

Per impedire la condivisione accidentale di informazioni, i file in Personal Vault e gli elementi condivisi spostati in Personal Vault non possono essere condivisi. Chi poi usa scansionare o fotografare documenti di identità, potrà farlo direttamente in Personal Vault, in modo da non farli transitare in aree meno sicure del dispositivo, come il rullino fotografico.

Per iniziare a usare Personal Vault basta individuare l’icona di Personal Vault in OneDrive. Chi usa il piano gratuito di OneDrive da 100 GB potrà archiviare fino a tre file in Personal Vault. Gli abbonati a Office 365 Personal e Office 365 Home potranno archiviare in Personal Vault tutti i file che desiderano, fino al limite di archiviazione.

Le novità di OneDrive

Microsoft per l’occasione è intervenuta anche su One Drive. Prima di tutto ha semplificato il backup delle cartelle importanti, in modo che i file siano protetti e disponibili anche se succede qualcosa al PC. Con il backup delle cartelle del PC si può eseguire automaticamente su OneDrive il backup dei file nelle cartelle Desktop, Documenti o Immagini.

Per accedere ai file di backup quando si è lontani dal PC è sufficiente usare l’app mobile OneDrive o visitare OneDrive.com. Inoltre, il salvataggio dei file su OneDrive consente di visualizzare e ripristinare versioni precedenti dei file fino a 30 giorni prima.

Se lo spazio di archiviazione non vi basta, sappiate che potete aggiungere spazio di archiviazione all’abbonamento a Office 365 esistente con incrementi di 200 GB, per prezzi a partire da 2 euro al mese.

Chiudiamo con una delle novità più alla moda del momento: la modalità Dark per l’app mobile per iOS 13.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Braccialetti per il fitness validi anche per monitorare pazienti con problemi polmonari

next
Articolo Successivo

iPhone 11 Pro la nostra prova: scatta foto di gran qualità, ha una buona autonomia, ma costa molto

next