Laboratori aperti in 116 città per favorire il dialogo tra cittadini e scienziati, eventi in 27 PaesiItalia compresa – che includono anche mostre e proiezioni cinematografiche dedicate al clima e al patrimonio culturale. Sono questi i temi cardine della Notte Europea dei ricercatori, la grande festa della scienza che tutti gli anni promuove conoscenza e divulgazione. L’iniziativa è finanziata dalla Commissione europea nell’ambito delle azioni Marie Curie: quest’anno prevede 55 progetti in tutta Europa e per celebrare anche l’Anno europeo del patrimonio culturale, circa 20 di essi sono dedicati a questo tema. Questi includono iniziative organizzate nella capitale europea della cultura 2019, Plovdiv, in Bulgaria e La Valletta a Malta, dove sono previsti eventi che combinano arte e scienza. In Italia sono in prima fila i principali enti di ricerca, dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) all’Istituto di Fisica Nucleare (Infn) al Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), che oltre ad aprire sedi e laboratori organizzano anche moltissime attività sul territorio.

A Milano la Notte dei ricercatori è iniziata con l’inaugurazione il 23 settembre all’Università Bicocca della mostra per celebrare i 50 anni dallo sbarco dell’uomo sulla Luna. A Trieste invece dura tutto il weekend: dal 27 al 29 settembre in Piazza Unità la realtà virtuale verrà utilizzata per viaggiare nel Sistema solare. Tantissime le iniziative anche a Roma, frutto del progetto di collaborazione tra enti di ricerca e università ScienzaInsieme, come l’apertura dell’Osservatorio astronomico a Monte Porzio, le visite guidate all’Area di ricerca di Tor Vergata, l’apertura dei Laboratori Nazionali di Frascati (LNF). A Roma saranno aperte anche le porte dell’Agenzia Spaziale Europea (Asi) dove sono previsti laboratori, mostre, proiezioni cinematografiche. Numerosi gli appuntamenti anche a Napoli: toccano luoghi storici, come Museo Novecento, Castel Sant’Elmo, Museo Archeologico e culminano nella notte di venerdì 27 presso l’Osservatorio astronomico. La scienza festeggia anche nelle piazze e luoghi di ricerca di Catania, L’Aquila, Lucca, Palermo, Pisa, Rende e Rocca di Papa con conferenze, esperimenti, laboratori e perfino una caccia al tesoro ‘scientifica’.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il nuovo cacciatore di pianeti della Nasa ha osservato uno dei fenomeni più luminosi del cosmo

prev
Articolo Successivo

La geometria per combattere i virus, individuati nuovi modelli strutturali

next