Quello del gruppo cinese Zhejiang Zhonzheng Industry non è stato un plagio della Vespa. La Corte di giustizia dell’Ue ha dato ragione all’Euipo, l’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale, e torto alla Piaggio in un ricorso che la casa di Pontedera aveva presentato contro il gruppo cinese.

Zhejiang Zhonzheng Industry aveva registrato nell’Ue uno scooter, il Ves, simile alla Vespa Lx provocando la reazione di Piaggio che, nel 2014, aveva chiesto all’Euipo di dichiarare nullo il modello, poiché non avrebbe soddisfatto i requisiti di novità e carattere individuale rispetto alla Vespa Lx, alla quale assomiglia.

L’Euipo ha respinto la domanda della Piaggio, che ha fatto ricorso al Tribunale Ue che ora, a distanza di 5 anni, ha confermato la legittimità della decisione dell’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale. Per i giudici, l’Euipo ha “correttamente concluso che lo scooter della Zhejiang e la Vespa Lx suscitano impressioni generali diverse” e che “il primo possiede caratteristiche individuali rispetto al secondo”.

Anche perché, sostiene il tribunale europeo, mentre il veicolo cinese “è dominato da linee sostanzialmente spigolose”, quello italiano, disegnato da Corradino D’Ascanio, “privilegia linee arrotondate”. Le differenze che li separano sono “numerose e significative”, pertanto, concludono i giudici di Lussemburgo, non “sfuggiranno all’attenzione di un utilizzatore informato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dieselgate, in Germania nuove accuse ai vertici Volkswagen e Daimler accetta di pagare 870 milioni. Dirigente di Fca arrestato in Usa

next
Articolo Successivo

Asi chiede azioni contro i 40 amministratori individuati dal report sulla gestione opaca, il centro spazio di Capua non risponde da 2 anni

next