Lesioni personali aggravate dalla discriminazione razziale. È il reato contestato a due giovani che hanno aggredito nigeriano per strada. L’assalto allo straniero è avvenuto vicino alla stazione di Anzio, località sul litorale a sud della Capitale. I due aggressori, un 17enne e un 18enne, hanno usato un bastone contro l’uomo. Entrambi incensurati sono stati individuati e bloccati poco dopo dai carabinieri. Il maggiorenne è stato arrestato mentre l’altro denunciato. La vittima ha riportato ferite alla testa e alla spalla giudicate guaribili in sette giorni.

A quanto ricostruito dagli investigatori i due ragazzi hanno visto camminare in strada il migrante e lo hanno aggredito una prima volta in un’area di parcheggio pubblica. Il nigeriano è riuscito a scappare verso la stazione, ma i due a quel punto si sono procurati i due bastoni e lo hanno inseguito fin davanti alla stazione dove lo hanno colpito più volte. A notare i due ragazzi è stata una pattuglia di carabinieri in borghese che ha allertato i colleghi. Alla vista dei militari dell’Arma i due hanno provato a scappare e ad abbandonare le mazze, ma sono stati fermati. I due aggressori abitano nello stesso palazzo che è poco distante dalla struttura che accoglie la vittima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brescia, operaio muore in una distilleria: travolto da un sacco di zucchero da una tonnellata

prev
Articolo Successivo

Salerno, apre il fuoco pensando di colpire un cinghiale: uccide il padre durante battuta di caccia

next